Borgo dell’Anconella

Borgo dell’Anconella
10 agosto 2017 amministratore

Raggiungibile sia da Sabbioni che dalla strada di fondo-valle Savena. Nucleo di pregio storico-ambientale. Pare che sia ricordata come “Ancona” fra le dipendenze della corte di Scanello, localita’ presente in un elenco risalente al 1120-1150 conservato a Pisa e riportante i servizi dovuti alla chiesa pisana da questo suo possesso bolognese.

Nel 1249 viene segnalata la comunita’ e nel 1288 “Anthonella” e’ elencata tra le podesterie del contado bolognese, mentre l’anno dopo, 1289, la localita’ “Anthecellam” e’ compresa nella podesteria maggiore di Scaricalsino.

Anconella fu poi unita al comune di Scascoli; nel Seicento la maggior parte delle sue case apparteneva alla famiglia Berti.

Il nucleo abitato presenta un impianto urbanistico e diversi edifici di particolare interesse. Nel caratteristico fabbricato dell’osteria con portico antistante, rimane all’interno un camino, con lo stemma Bentivoglio e decorazioni floreali, databile tra la fine del Quattrocento e inizio Cinquecento.

Si segnala una casa torre con cornicione in cotto e finestra datata “1525”. Notabili anche diverse grotte scavate nell’arenaria, dette ‘buse nelle lastre’ un tempo abitazioni e ricoveri, utilizzate anche come rifugi nel periodo bellico; la piu’ grande ha un profondita’ di 15 m. circa e termina con una nicchia conclusa da un architrave datato 1901. Importante dal punto di vista storico e’ la Chiesina, ampliata nel Settecento ed i resti di un antico oratorio risalente al Trecento.